Ottieni il tuo Coach

I 3 pilastri dello stile di vita olistico di un atleta

HolisticAthlete

Ti sei mai chiesto come fanno gli atleti professionisti a raggiungere grandi prestazioni in maniera costante, giorno dopo giorno? Certo, si allenano duramente ma questo non basta. Il vero segreto del loro successo è un approccio olistico ai propri obiettivi. Gli atleti professionisti si impegnano a tutto tondo, 24 ore su 24, a essere la versione migliore di se stessi con il giusto atteggiamento mentale, l'esercizio fisico, un'alimentazione sana e un recupero appropriato. No, non devi essere un atleta dalle capacità sovrumane. Semplicemente, a qualsiasi livello tu sia, se vuoi diventare la versione migliore di te stesso devi adottare anche tu una mentalità olistica. Scopri quali sono i 3 pilastri di Freeletics alla base di questo approccio e in che modo si collegano l'uno all'altro.

1. Un allenamento diversificato

Per continuare a crescere è importante mettere sempre alla prova il tuo corpo con nuovi stimoli: la prima cosa da fare è seguire un allenamento diversificato, organizzando l'anno in 3 o 4 percorsi di allenamento di Freeletics, ciascuno con il proprio obiettivo specifico. In secondo luogo, dovresti allenarti in varie zone di frequenza cardiaca per far lavorare il corpo in modi diversi. Se vuoi saperne di più, leggi il nostro articolo su come diversificare l'allenamento.

2. Il carburante per grandi prestazioni

● Mangia sano: l'approccio alimentare del clean eating ti dà esattamente ciò di cui hai bisogno per avere un corpo e una mente forti. Questo stile di vita alimentare basato sul ritorno alle origini ha numerosi benefici, per esempio rende il cervello più produttivo, ti fa sentire più carico, previene malattie come la pressione alta e favorisce il recupero.

● Idratati a sufficienza: può sembrare ovvio che se sudi molto devi bere molto, eppure questa abitudine così importante spesso è sottovalutata o non è praticata nel modo giusto, con conseguenze negative di diversa natura sulle tue prestazioni.

● Adegua la quantità di cibo: è importante adattare l'alimentazione all'evoluzione del tuo allenamento. Il metabolismo accelera man mano che il tuo corpo si sviluppa, ed hai dunque bisogno di assumere sempre più calorie. Se non alimenti il tuo corpo a sufficienza, rischi di rallentarne le prestazioni.

3. Il recupero: niente riposo, niente risultati

● Fai delle pause: lo sviluppo atletico avviene non solo attraverso l'esercizio ma anche durante i giorni di riposo. Allenarsi stimola i muscoli, mentre il riposo consente loro di rigenerarsi e crescere. Per raggiungere i tuoi obiettivi devi trovare il giusto equilibrio tra attività e recupero.

● Usa le tecniche di rilassamento: è cruciale inserire dei momenti di relax nella tua routine quotidiana per combattere lo stress. Perché? Perché lo stress è nemico dei tuoi obiettivi atletici: scombina il sonno, consuma le energie da destinare all'allenamento, porta ad avere cattive abitudini alimentari e causa un circolo vizioso di negatività. Tecniche come la meditazione, lo yoga e gli esercizi di respirazione fanno miracoli contro lo stress perché rilassano corpo e mente. Trova il metodo giusto per te.

● Dormi bene: non lo ripeteremo mai abbastanza, la qualità del sonno è essenziale per avere buone prestazioni. Favorisce la crescita dei muscoli, riduce la tensione e migliora il benessere generale. Non sperare nemmeno di farcela senza un buon riposo.

Comporre il puzzle dell'approccio olistico

Corpo, mente e atteggiamento sono strettamente connessi tra loro. Quando migliori in un'area, arricchisci automaticamente le altre. Un'alimentazione sana e un buon recupero ti aiutano a raggiungere gli obiettivi del tuo allenamento. A sua volta, i risultati dell'allenamento fanno crescere la tua motivazione, spingendoti a puntare ancora più in alto e di conseguenza a essere più disciplinato con il cibo, lo sport e il recupero. E così via, il ciclo si ripete. Il successo porta al successo. Per completare il puzzle dello sviluppo atletico a lungo termine servono tutti e 3 gli elementi. Non è sempre facile, ma è l'unico modo per liberare il tuo vero potenziale.