Ottieni il tuo Coach

“Il mio più grande sogno è diventato realtà.” – La trasformazione di Lena

Header5

Qual è il tuo più grande sogno? Controllare il tuo destino? Vivere con passione? Magari perdere 10 kg o avere degli addominali scolpiti? Potrà sembrarti irraggiungibile, ma se sei disposto a fare tutto il necessario, diventerà realtà. Lena ne è l’esempio. Ha avuto fiducia in se stessa e nelle sue capacità e ha realizzato il suo più grande sogno. Continua a leggere e lasciati ispirare. La prossima storia di successo potrebbe essere la tua.

Embedded content: https://www.youtube.com/embed/P4UdUuO-jDo

Ciao, mi chiamo Lena, ho 24 anni e ora vivo a Berlino. Fino a qualche mese fa, nessuno sarebbe riuscito a convicermi a fare sport. Mia sorella è sempre stata la sportiva della famiglia, mentre io facevo finta di dormire quando cercava di farmi allenare insieme a lei il sabato mattina. Io e lo sport abbiamo sempre avuto un rapporto altalenante. In passato ero molto attiva, giocavo a pallavolo, nuotavo molto e andavo a correre. Poi, quando ho iniziato l’università, le cose sono cambiate. Mi sono concentrata di più sulle feste, ho preso delle cattive abitudini alimentari e non ho dedicato tempo allo sport. Sì, mi sono divertita, ma poi il mio corpo ha iniziato a ribellarsi. Ho cominciato a sentirmi a disagio con me stessa, soprattutto per il grasso sui fianchi.

Lena

All’inizio del 2015 mi sono trasferita a Berlino per un tirocinio. Mi sono promessa che iniziando questo nuovo capitolo della mia vita, sarei tornata sulla strada giusta. Più facile a dirsi che a farsi, ovviamente. Avevo meno tempo libero, ero più stressata, non avevo un minuto per cucinare e mangiavo solo cibi pronti. La mia intenzione di fare sport era sparita nel nulla. Poi è arrivata l’estate e io ero molto presa dal lavoro. Mi sono detta che non avrei comunque avuto tempo di mettermi un bikini e che a Berlino d’estate fa troppo caldo per fare sport. Ho indossato abiti larghi per coprire i miei punti critici e mi sono convinta che ignorandolo, il problema sarebbe scomparso. Insomma, ho trovato scuse su scuse.

Poi un giorno è successa una cosa incredibile. Ho ricevuo una newsletter: Freeletics stava cercando dei volontari per testare un nuovo prodotto per quattro mesi a Berlino. Era un’app non ancora sul mercato per l’allenamento in palestra. Ero sempre stata interessata a Freeletics, quindi non ho potuto fare a meno di cogliere al volo questa opportunità. Anche se a volte le reazioni dei miei amici e dei miei familiari sono state negative (della serie “Freeletics è troppo duro per te”), in generale ho ricevuto molto sostegno e mi sono sentita abbastanza sicura di me da accettare la sfida.

Lena

L’inizio è stato durissimo. Mi sono dovuta alzare molto prima per trovare il tempo di andare in palestra e ho dovuto ricominciare a cucinare tutti i miei pasti. Mi è servito del tempo non solo per abituarmi a questa nuova routine, ma anche per superare le mie insicurezze. Non mi sentivo a mio agio in palestra, soprattutto in sala pesi. Non mi piacevano i carichi pesanti, l’atmosfera in generale e lo sguardo dei classici bodybuilder… Mi sembrava di essere giudicata di continuo! Ma avevo deciso di seguire il motto “niente scuse”, e il programma di allenamento settimanale del Coach di Freeletics Gym mi ha aiutata a farlo. Grazie al Coach, sapevo esattamente cosa fare, come farlo e quando farlo. Ho iniziato a ignorare ciò che mi circondava e a concentrarmi solo sui miei progressi personali. Ho anche trovato un compagno d’allenamento; andare in palestra insieme ha reso tutto più semplice. Pian piano le sessioni di allenamento hanno iniziato a piacermi e mi sono abituata alla nuova routine. Chiaramente, alcune volte sono arrivata in ritardo e altre non ho avuto proprio voglia di andare in palestra, ma saltare una giornata di allenamento non era più un’opzione. Ho notato che con il tempo non vedevo l’ora di provare quella sensazione di soddisfazione post workout. Sì, l’allenamento era duro e una volta finito, i muscoli mi facevano male, anzi, malissimo, ma la soddisfazione di aver dato il massimo era più forte del dolore. Iniziare ogni giornata lavorando su me stessa mi ha permesso di ritrovare il mio equilibrio e affrontare le 24 ore successive in modo più rilassato. Ho acquistato tantissima fiducia in me stessa e, onestamente, posso dire di non essermi mai sentita più motivata di così in vita mia!

Lena

Ero convinta che presto anche il mio aspetto fisico sarebbe cambiato. Purtroppo però ho imparato che certi cambiamenti non avvengono dal giorno alla notte, soprattutto per quanto riguarda i punti problematici (nel mio caso le maniglie dell’amore). Ma ho notato altri cambiamenti. Prima di tutto sono diventata più forte e, giorno dopo giorno, sono riuscita ad aumentare costantemente i pesi. Sia le mie gambe che le mie braccia sono diventate più toniche e definite, cosa che mi piace tantissimo! Ma il mio obiettivo era sempre lo stesso: perdere quel grasso in eccesso sui fianchi…

È stato dopo circa sei settimane che mi sono vista allo specchio e ho confrontato l’immagine riflessa con una foto che avevo fatto all’inizio del percorso. Finalmente era successo: il grasso aveva iniziato a scomparire! È stata la motivazione che mi ha spinto ad impegnarmi ancora di più. Da quel momento in poi, ho dato il massimo durante ogni sessione di allenamento, ogni workout e ogni ripetizione.

Lena

Dopo 16 settimane, kg e kg sollevati e infinite ore passate in palestra di mattina presto, mi sono accorta di essere diventata una persona completamente diversa. Non solo i miei fianchi e il mio intero corpo erano più magri, ma mi sentivo benissimo. Ho iniziato a indossare maglie strette senza vergognarmi. I cambiamenti non sono stati solo fisici: è stata la prima volta dopo anni che ho accettato una sfida così dura e non solo l’ho portata a termine, ma mi sono anche spinta oltre i miei limiti e ho dato il massimo!

Ho investito quattro mesi della mia vita in Freeletics Gym. Avrei potuto passare tutto quel tempo dormendo più a lungo, o avrei potuto sprecarlo stando sdraiata sul divano; invece ho deciso di andare in palestra e di lavorare su me stessa e sui miei obiettivi. È stata la scelta giusta e non mi sono più fermata! Continuo ad allenarmi regolarmente con il mio compagno d’allenamento e ho anche aggiunto la corsa alla mia routine. Mi spingo sempre oltre i miei limiti durante ogni workout e ogni corsa. Ora mi sto addirittura allenando per partecipare a una mezza maratona!

Lena

Non sarei riuscita a raggiungere risultati del genere senza seguire la dieta giusta, naturalmente. All’inizio è stato difficile, ma poi ho notato che man mano che la mia forma fisica cambiava, cambiava anche il mio appetito. Mangiare sano è diventata una cosa naturale; era come se il mio corpo volesse assumere ad ogni costo le vitamine per recuperare e raggiungere risultati migliori nel workout successivo. Ora cucinare piatti di ogni tipo mi piace tantissimo, mentre prima la cosa non mi interessava particolarmente. La mia famiglia e i miei amici mi chiedono addirittura dei consigli su quali esercizi fare e cosa mangiare, e sono contenta di essere una fonte d’ispirazione per loro.

Oggi, sei mesi dopo, sono felicissima di aver iniziato. Mi sento benissimo e mangio sano. Ok, a volte cedo a qualche tentazione, ma penso sia più che normale.

Lena

Voglio cogliere questa occasione per motivare quanta più gente possibile a mettersi in gioco e provarci. Alzati, dai il massimo e vedrai che cambierai anche tu. Inizia e scopri direttamente i benefici del duro lavoro. Ti accorgerai che l’allenamento è anche divertente! È un percorso in salita, ma mi ha trasformata nella persona che sono oggi. Ed è proprio questa la persona che voglio essere.