Qual è il rapporto tra età e prestazioni?

HeaderAgeAndPerformance3

È abbastanza ovvio che un corpo di 70 anni non possa fare le stesse cose di uno di 17. Con il passare degli anni, il nostro corpo invecchia e cambia. Continua a leggere per scoprire in cosa consistono questi cambiamenti, quale impatto inevitabile hanno sulle tue prestazioni atletiche e cosa puoi fare per contrastarli.

La vita del corpo umano

Durante l’infanzia il corpo umano cresce e si sviluppa rapidamente. Quando poi entriamo nella fase dell’adolescenza, gli ormoni come il testosterone e gli estrogeni modificano la composizione e le proporzioni del nostro corpo, portandolo ad ottenere la sua forma e dimensione finale.

Il periodo compreso trai i 15 e i 30 anni è quello in cui il corpo umano può raggiungere il massimo delle prestazioni, a patto chiaramente che ci si alleni con costanza. Una volta arrivati a 30 anni, però, le cose iniziano lentamente a cambiare. Le ossa cominciano gradualmente a perdere calcio e altri minerali, per cui la nostra densità ossea diminuisce. Inoltre, il nostro scheletro diventa meno resistente e siamo più soggetti a fratture e ad altri tipi di infortuni.

Allo stesso tempo, i nostri muscoli immagazzinano sempre meno elettroliti, calcio e acqua, per cui la nostra massa muscolare inizia lentamente a diminuire, così come in generale la forza del nostro corpo.

Con l’avanzare dell’età diminuisce anche l’elasticità delle articolazioni e dei legamenti, cosa che influisce negativamente sulla nostra flessibilità, rende più rigido il nostro corpo e fa sì che l’esecuzione di determinati movimenti sia molto più difficile.

E purtroppo c’è dell’altro: anche il sistema cardiopolmonare cambia. I polmoni perdono elasticità, mentre la massa muscolare cardiaca si riduce. Di conseguenza, diminuiscono anche le prestazioni cardiopolmonari (in termini di consumo dell’ossigeno e del trasporto dello stesso ai muscoli e agli organi). Tale cambiamento influisce direttamente sui livelli di resistenza del corpo e allunga i nostri tempi di recupero.

Ricapitolando, dopo i 30 anni la nostra forma fisica comincia a peggiorare. La massa muscolare, la forza, la resistenza e la flessibilità iniziano a diminuire, mentre la rigidità delle articolazioni inizia ad aumentare. Inoltre, il corpo fa più difficoltà a recuperare dopo uno sforzo fisico intenso e ha bisogno di più tempo per riuscirci.

Quali sono le conseguenze dal punto di vista delle prestazioni atletiche?

Se hai mai visto gare di alto livello potresti aver notato che gli atleti migliori raramente hanno più di 30 anni, e ora sai quale potrebbe essere il motivo. Ma non preoccuparti: non vuol dire che per te è finita!

Secondo alcuni studi, c’è un aspetto che non viene influenzato dall’età tanto quanto gli altri: la resistenza. Le fibre a contrazione lenta, infatti, subiscono meno le conseguenze dell’avanzare del tempo rispetto a quelle di tipo II, o a contrazione rapida. Alcuni muscoli sono composti principalmente da fibre a contrazione lenta, che resistono molto bene alla stanchezza e possono lavorare per lunghi periodi. Queste fibre vengono utilizzate soprattutto per gli sport di resistenza, poiché le fibre di tipo II, usate invece per i movimenti rapidi e potenti, si stancano molto velocemente. In più, nonostante il sistema cardiopolmonare cambi con l’avanzare dell’età, lo si può comunque allenare piuttosto bene anche quando il corpo invecchia.

A dire il vero, negli sport di resistenza gli atleti dall’età più avanzata hanno un vantaggio enorme: l’esperienza. Dopo anni di sport, hanno creato delle strategie basate sulle loro esperienze e sanno come mantenere il giusto equilibrio tra allenamento e recupero. In seguito proprio a tali esperienze sanno come calibrare al meglio lo sforzo fisico e quale confine non oltrepassare per evitare infortuni. In più, grazie agli anni di allenamento, hanno una grande forza mentale che permette loro di sopportare sforzi fisici notevoli con maggiore facilità.

Ecco perché se ascolti il tuo corpo e sei consapevole che invecchiando il rischio di subire infortuni aumenta, l’età non sarà né un problema, né una scusa. I workout potranno sembrarti più duri, potrai aver bisogno di più tempo per recuperare e i progressi potrebbero manifestarsi più lentamente, ma tutto è possibile. L’età non è altro che un numero: anche se nel tuo corpo si verificano dei cambiamenti biologici, non vuol dire che devi smettere di lavorare su te stesso. Non c’è un limite d’età oltre il quale non si può più essere in forma, quindi inizia ora e non mollare mai!