Ottieni il tuo Coach

Allenamento e ormoni

Training hormones header CUT

Allenarsi regolarmente e con concentrazione porta a risultati notevoli: prima di quanto immagini potresti diventare più magro, più in forma e più veloce. Ma oltre ai risultati estetici, lo sport mette in moto anche molti processi all'interno del corpo. Allenamento e ormoni sono legati da un rapporto affascinante, come ti spiegherà in questo articolo l'esperta di salute Sarah Schunter.

L'allenamento stimola gli ormoni

Usando i muscoli durante e dopo un workout rilasci tanti ormoni diversi che hanno un impatto su tutto il tuo corpo. Gli ormoni controllano determinati percorsi regolatori e metabolici necessari per produrre energia, mettere su muscoli e ridurre il grasso. Quelli maggiormente coinvolti nell'allenamento sono:

Adrenalina e noradrenalina

Questi due ormoni appartengono al gruppo delle catecolamine e vengono prodotti dal midollo surrenale. In situazioni stressanti, ognuno di noi prova l'effetto dell'adrenalina, che una volta rilasciata nel sangue fa aumentare la frequenza cardiaca e la pressione. Adrenalina e noradrenalina sono gli ormoni dello stress, generano reazioni di "attacco o fuga" e forniscono energia rapida tramite lo smaltimento dei grassi (lipolisi) da un lato, e il rilascio e la biosintesi del glucosio dall'altro. La conseguenza è un alto livello di glucosio nel sangue, che durante l'allenamento fornisce energia ai muscoli.

Cortisolo

Il cortisolo è uno dei principali ormoni steroidei. Agisce come attivatore dei percorsi catabolici per fornire composti ad alta energia durante, ad esempio, l'allenamento. Il cortisolo stimola la produzione di glucosio, favorisce il metabolismo dei grassi promuovendo l'effetto lipolitico dell'adrenalina e della noradrenalina e regola il turnover delle proteine (catabolismo).

I livelli di cortisolo nel sangue variano durante la giornata, raggiungendo il valore più alto di mattina. Il corpo infatti è privo d'energia, eppure per alzarci dobbiamo essere attivi. L'energia di cui abbiamo bisogno ci viene quindi fornita dal glucosio.

Gli ormoni della felicità

Durante l'allenamento vengono prodotti spesso i cosiddetti ormoni della felicità. Dopamina, serotonina, endorfine, encefaline ed endocannabinoidi fungono da neurotrasmettitori nel cervello e contribuiscono alla nostra sensazione di benessere e gioia. Vengono rilasciati soprattutto durante l'allenamento di resistenza. Ecco perché la cosiddetta euforia del corridore è un fenomeno che si verifica principalmente nel caso delle corse di lunga distanza.

Testosterone

Oltre a regolare le funzioni sessuali negli uomini, il testosterone è l'ormone responsabile della formazione dei muscoli e del rafforzamento di ossa e capelli. In base all'età, al livello di forma fisica e all'intensità del workout, i livelli di testosterone aumentano dopo l'allenamento per un periodo di tempo che va dai 15 ai 60 minuti. Sia gli uomini che le donne producono testosterone, ma il livello è molto più alto nei primi (il che spiega anche perché per gli uomini sia più facile sviluppare i muscoli).

Peptide YY (PYY)

Questo ormone è composto da 36 amminoacidi e viene rilasciato dalle cellule endocrine nell'intestino tenue. Il rilascio del PYY è generato principalmente dai grassi, soprattutto dopo aver mangiato. Questo ormone agisce sulle regioni del cervello che gestiscono l'appetito e la fame. In pratica, dopo un workout abbiamo meno fame e, una volta mangiato, ci sentiamo sazi prima. Alcuni studi hanno dimostrato che l'allenamento di resistenza aumenta notevolmente i livelli di PYY.

Ricapitoliamo:

Per ottenere il massimo dai tuoi workout è essenziale capire quali equilibri ormonali potrebbero essere influenzati dal tuo programma d'allenamento. Il sistema nervoso e il sistema muscolare svolgono un ruolo fondamentale in termini di risultati, ma non va sottovalutata l'importanza della produzione di ormoni che viene spesso messa in secondo piano.