Invece di una scusa, trova una soluzione: La storia di Alex

Header Alex

“La mia esperienza con Freeletics mi ha fatto capire che avevo sottovalutato il mio corpo per anni.”

Alex, 33 anni, era stanco di vivere una vita della quale non era interamente soddisfatto. Come capita a tanti, lo stress del lavoro lo aveva costretto a rinunciare allo sport e a mettere in secondo piano la sua salute e la sua forma fisica.

Dopo essersi lasciato andare per due anni, Alex ha deciso di riprendere in mano la sua vita. Motivato dall’obiettivo di dimagrire, ha promesso a se stesso che avrebbe completato 15 settimane del Coach di Freeletics. Ma se perdere peso è stato il motivo che lo ha spinto a iniziare, oggi il motivo che lo spinge ad andare avanti è un altro.

Dopo aver smesso di fare attività fisica per concentrarmi sul lavoro sono diventato davvero insoddisfatto del mio corpo. Non ero felice del cambiamento fisico e mentale che avevo subito, così ho deciso di rimettermi in forma.

Ho scoperto Freeletics nei primi mesi del 2015. Devo ammettere che all’inizio ero molto scettico e non pensavo che avrebbe funzionato, ma mi sono imposto di andare avanti ed è bastato poco per accorgermi che questa volta c’era qualcosa di diverso. A differenza degli altri programmi per dimagrire che avevo provato prima, con Freeletics stavo davvero facendo progressi sia dal punto di vista fisico che mentale, cosa che mi ha motivato a impegnarmi ancora di più. Ho mantenuto la promessa che avevo fatto a me stesso e i risultati che ho ottenuto dopo 15 settimane di duro lavoro ne sono la prova.

Ma Alex non si è fermato qui: le 15 settimane sono state la dimostrazione del suo vero potenziale.

Dopo aver superato una fase iniziale di dubbi e scetticismo, Alex si è accorto che non era la mancanza di forza o di capacità a ostacolarlo, ma la paura di abbandonare la sua zona di comfort. E ora che l’ha superata, per lui non esistono più limiti.

Che Atleta Libero sarei stato se avessi smesso di allenarmi una volta raggiunto il mio obiettivo? Finalmente mi sentivo bene e non avevo intenzione di mollare. Lo sport ora è qualcosa della quale non posso fare a meno. È parte integrante della mia vita. Mi alleno sia con Freeletics Bodyweight che con Freeletics Gym e all’inizio del 2016 sono diventato Ambasciatore Freeletics. Probabilmente è proprio questo il traguardo del quale sono più fiero: passare dall’essere una persona priva di motivazione a un Atleta che rappresenta lo stile di vita di Freeletics per me è stato un vero onore.

La mia esperienza con Freeletics mi ha fatto capire che avevo sottovalutato il mio corpo per anni. Ogni traguardo raggiunto mi ha spinto a conquistarne uno nuovo e ogni volta sono rimasto piacevolmente sorpreso dalle mie capacità. La cosa importante da tenere a mente è che Freeletics non è una formula magica: devi cambiare il tuo atteggiamento mentale se vuoi che queste nuove abitudini diventino parte della tua vita senza nemmeno accorgertene. Il mio percorso è finito? Assolutamente no. Mi aspettano così tante altre sfide che questo è solo l’inizio.

Ora tocca a te. Sei in grado di fare molto più di quanto pensi, quindi concediti un’occasione per dimostrare ciò di cui sei capace.