Dalle diete effetto yo-yo a una vita completamente nuova: La storia di Stefan

Header Stefan

Basta con le diete drastiche effetto yo-yo. La ragione è molto semplice: queste diete non funzionano. Stefan Wolf, 26 anni, di Brema (Germania), ha combattuto per anni con il suo peso. Passando da una dieta all’altra non faceva che perdere chili e poi riprenderli, insomma una lotta infinita per cercare di ottenere risultati sostenibili. Tutto questo è andato avanti fino a che non si è imbattuto in Freeletics e ha scoperto quanto è gratificante fare le cose senza prendere scorciatoie. Ecco la sua storia.

Per anni ho lottato con il mio peso. A volte ero super motivato, davo tutto me stesso, mi dedicavo completamente all’attività fisica per qualche mese di fila, mi allenavo intensamente per 5-6 giorni a settimana e limitavo l’apporto di calorie. Detta così sembra una strategia efficace e invece era troppo estrema. I risultati si vedevano ma non era un approccio sostenibile a lungo termine. Di lì a poco tutto il mio entusiasmo si affievoliva come una candela e, di conseguenza, riprendevo tutti i chili che avevo perso. Ma questo non era l’unico problema: il mio corpo reagiva a questo stress così intenso con una serie di malesseri e dolori, tra cui anche due ernie del disco. Ero veramente stufo. Tutto questo si stava trasformando in un circolo vizioso di cui non riuscivo a intravedere la fine.

A gennaio 2013 mi sono finalmente convinto che quello che dovevo cercare era l’ispirazione per condurre uno stile di vita sostenibile e sano che sarei stato in grado di mantenere per sempre. Ho iniziato a guardarmi intorno su YouTube e ho scoperto la storia della trasformazione di Levent. È stata come una ventata di aria fresca vedere che un ragazzo come me era riuscito a ottenere una trasformazione così stupefacente seguendo una routine quotidiana più sana e un piano di allenamento. Mi sono detto: “se ce l’ha fatta lui, ce la posso fare anche io”. Ho trovato il gruppo Facebook di Freeletics a Brema e l’ho contattato scrivendo un post in cui chiedevo di partecipare a una sessione di allenamento di prova. La risposta e l’invito a unirmi a loro è arrivata subito e il giorno seguente ho completato il mio primo workout di Freeletics, “Venus”. In quel momento, non potevo immaginare neanche lontanamente quanto Freeletics avrebbe cambiato la mia vita. Non ti dico che male ai muscoli dopo, ma pensare a come mi ero impegnato e a cosa ero riuscito a fare mi faceva stare bene. Era una sensazione che volevo provare ancora.

All’inizio, mi sentivo decisamente fuori forma con tutti quei chili di troppo e quindi preferivo allenarmi a casa. Molto presto però mi sono reso conto che allenarsi all’aperto con il resto del gruppo Freeletics di Brema era decisamente più divertente. Mi mancava quella carica di energia e motivazione che sentivo dentro di me quando mi allenavo con gli altri Atleti Liberi. La cosa bella è che non conta niente quanto pesi, ognuno fa il possibile per motivare il gruppo. Quindi, dopo essermi allenato da solo per 4 settimane, ho deciso di riprendere con le sessioni di allenamento di gruppo.

Dopo soli due mesi, avevo già perso grasso corporeo e vedevo i primi risultati. Ma stavolta era molto diverso rispetto a quando seguivo le solite diete drastiche. Mi sentivo più forte, sia mentalmente che fisicamente. Mi piaceva quello che facevo e con me c’era un intero gruppo di persone a motivarmi e a spronarmi a continuare a dare tutto me stesso. Erano sempre presenti quando ne avevo bisogno e molti di loro sono diventati dei veri amici.

Dopo le prime 15 settimane con Freeletics mi sentivo finalmente a mio agio con il mio corpo e sapevo anche che questa volta i risultati sarebbero durati. Ero sicuro di me stesso e soddisfatto come non mi ero mai sentito prima. L’allenamento ora è parte integrante della mia vita quotidiana. “Mi devo proprio allenare oggi?” è un dubbio che non mi pongo più, anzi la domanda che mi faccio è “che workout mi aspetta oggi?

Non stare a pensare troppo a quanto ci vorrà per rimetterti in forma. Il tempo passa comunque. L’unica cosa che conta davvero è potersi guardare indietro e ripensare ai risultati ottenuti con un senso di orgoglio, sapendo che non hai solo raggiunto i tuoi obiettivi, ma sei andato ben oltre. Quando si tratta di benessere e fitness, non esistono scorciatoie. Fai le cose come si deve. Inizia subito.