Ottieni il tuo Coach

Gli 8 errori più comuni nella corsa

Header2

Sei senza fiato? Non riesci a tenere il ritmo? Hai piedi e gambe doloranti? Non sei l’unico. Molti corridori, sia principianti che esperti, fanno piccoli errori che possono avere un effetto negativo sul loro corpo e sul loro allenamento. Di seguito troverai un elenco degli 8 errori più comuni e il modo in cui evitarli per trarre il massimo dal tuo allenamento.

Correre troppo velocemente

Molto spesso i principianti spingono nel primo chilometro e poi rallentano, facendo fatica a continuare e respirando a fatica. Quando ciò accade, i miglioramenti non sono così visibili e correre diventa troppo difficile e faticoso, il che porta molte persone a perdere interesse e, dopo un po’, a smettere. Anche gli intervalli spesso vengono corsi troppo velocemente all’inizio, con conseguente perdita di velocità verso la fine. Persino i corridori esperti a volte commettono questi errori.

La soluzione:
Parti lentamente. Non fa niente se inizi con qualcosa che sembra più una camminata veloce che una corsa. Così facendo, sarai in grado di tenere il passo fino alla fine. Meglio andare piano che iniziare con uno scatto e fermarsi a metà strada. Una volta che il tuo corpo avrà acquisito maggior resistenza e si sarà abituato all’allenamento, il tuo ritmo aumenterà. A quel punto inizierai a battere i tuoi PB.

Correre troppo lontano e troppo a lungo

Sappiamo che sei entusiasta, ma non fare il passo più lungo della gamba. Tratta bene il tuo corpo e non sovraccaricarti. I principianti spesso partono con distanze che, all’inizio, sono troppo lunghe da sostenere per il loro fisico. Ciò li porta a fermarsi e può causare dolore ai tendini e ai legamenti.

La soluzione:
Scegli la tua prima distanza in modo intelligente e prevedi alcune parti destinate alla camminata. Questo ti aiuterà ad andare complessivamente più lontano e ad abituare muscoli e ossa alla corsa in modo gentile.

Scarpe inadeguate

Moltissime persone rovistano tra le proprie scarpe e ne scelgono un vecchio paio convinte che faranno al caso loro quando inizieranno a correre. In realtà, non sarà così perché le scarpe vecchie e consumate non sono adatte alla corsa. Inoltre, la scarpa da corsa non è una qualsiasi scarpa e, quindi, il paio che usi tutti i giorni non sono una soluzione. Se inizi a correre con le scarpe sbagliate, è molto probabile che t’infortunerai a causa di un supporto inadeguato.

La soluzione:
Per tutti coloro che corrono, le giuste scarpe da corsa sono assolutamente fondamentali e costituiranno l’investimento migliore che farai per il tuo allenamento. Prenditi il tempo per scoprire tutto ciò che c’è da sapere sulle scarpe da corsa in modo da non dover fare i conti con gli infortuni ed essere costretto a sospendere l’allenamento.

Allacciare le scarpe in modo scorretto

Può sembrare esagerato, ma il modo in cui ti allacci le scarpe è in grado di influenzare la tua corsa. Molto persone, infatti, lo fanno nella maniera sbagliata. Stringere troppo i lacci può causare un’infiammazione al collo del piede o persino bloccare la corretta circolazione del sangue. Stringerli poco, d’altro canto, può rovinare anche la scarpa ortopedica migliore. Nel peggiore dei casi e senza neppure accorgertene, le tue dita dei piedi manterranno costantemente la scarpa in posizione causando crampi dolorosi, tensione muscolare duratura e infortuni.

La soluzione:
Assicurati che le scarpe non ti stiano larghe e che siano comode e calzino bene. Stringi i lacci a sufficienza, ma non così tanto da sentire una pressione eccessiva.

Sottovalutare l’importanza dei calzini

È sorprendente, ma i calzini possono essere molto importanti per la corsa. Indossare i calzini sbagliati, infatti, può causare dolorose vesciche, anche sotto le unghie dei piedi che, sanguinando, possono diventare nere.

La soluzione:
Scegli calzini privi di fastidiose cuciture visto che queste sono la causa della maggior parte delle vesciche. Non correre con calzini troppo piccoli in quanto limitano i tuoi movimenti. Comprare calzini specifici per la corsa, spesso sprovvisti di cuciture, può essere un’ottima idea se non hai niente di adatto a casa.

Mangiare troppo

Quando consumi un pasto completo, il flusso sanguigno verso lo stomaco aumenta e necessita, quindi, di maggior ossigeno. Se ciò avviene proprio prima della tua corsa, non ci saranno abbastanza riserve per le tue gambe e ti ritroverai stanco, spento e, probabilmente, non sarai in grado di finire la corsa.

La soluzione:
Se consumi un pasto poche ore prima della corsa, non dovresti aver bisogno di mangiare niente di pesante appena prima di iniziare il tuo allenamento. Un piccolo spuntino dovrebbe bastare. Puoi trovare qualche altro consiglio su cosa e quando mangiare qui.

Non bere abbastanza

Correre distanze più lunghe o ad intensità più elevate porterà il tuo corpo a perdere acqua velocemente. Acqua che deve essere reintrodotta perché la disidratazione è pericolosa per il tuo corpo e ha effetti negativi sulle tue prestazioni.

La soluzione:
Se spesso dimentichi di bere a sufficienza, prova a circondarti a casa, in ufficio o in macchina, di bottiglie d’acqua per raggiungere i 2,5 litri. Bevi questa quantità durante tutta la giornata e falla diventare un’abitudine.

Abbigliamento sbagliato

Correre con indosso gli indumenti sbagliati può rendere l’esperienza sgradevole. Lo sfregamento, le irritazioni e il surriscaldamento non sono piacevoli e sono in grado di farti perdere la motivazione velocemente. È fondamentale scegliere un abbigliamento funzionale, il che non significa acquistare vestiti realizzati con le microfibre più moderne e costose.

La soluzione:
I tuoi vestiti devono andarti bene ed essere privi di fastidiose cuciture che sfregano contro la pelle. Inoltre, quelli estivi non dovrebbero essere troppo pesanti o caldi, e quelli invernali dovrebbero tenere te e le tue caviglie caldi. Anche la collezione Performance, disponibile nel Negozio Freeletics Wear, è ideale per la corsa.

Fare dei piccoli passi per evitare questi problemi comuni migliorerà decisamente la tua corsa e ti aiuterà a goderti di più i tuoi miglioramenti. Prevenire è meglio che curare e ciò ti permetterà di concentrarti solamente sul tuo allenamento e di raggiungere i tuoi obiettivi più importanti.