Ottieni il tuo Coach

La storia di Mel

header13

Una volta raggiunti i tuoi obiettivi può essere difficile andare avanti. La vita può metterti di fronte a degli ostacoli, ma la cosa più importante è non mollare mai. A volte dovrai trovare una soluzione diversa o un nuovo approccio per risolvere i tuoi problemi e Mel ne è l’esempio. Dopo aver messo in pausa la sua vita sana e attiva per concentrarsi sulla carriera, ha deciso di impegnarsi di nuovo e di tornare in forma come prima, innamorandosi di uno sport che non le era mai piaciuto tanto: la corsa. Leggi la storia della sua trasformazione con Freeletics Running:

Embedded content: https://www.youtube.com/embed/WN3LbSNZn5Y

È iniziato tutto quando ero in vacanza con il mio ragazzo. Mi sono guardata allo specchio e sono rimasta scioccata: il mio corpo non aveva forma. Il mio bikini era decisamente troppo stretto e mi vergognavo a lasciare la stanza senza coprirmi. Anche andare a nuotare era troppo imbarazzante perché non volevo che la gente vedesse il mio corpo. Tutte quelle cose che dovresti apprezzare quando sei in vacanza per me erano una tortura. A quel punto ho capito che quello non era più il MIO corpo. Sapevo che le cose dovevano cambiare, quindi mi sono promessa che non appena fossi tornata a casa, avrei preso in mano la situazione.

Un anno prima avevo aperto un’attività. Chiunque l’abbia fatto sa che vuol dire lavorare dalle 12 alle 16 ore al giorno. Non avevo tempo nemmeno di pensare all’alimentazione e allo sport ed è per questo che sono ingrassata. Fino a quel momento ero sempre stata in forma: andavo a correre, per molti anni ho giocato a pallamano e ho fatto anche crossfit e ginnastica. Ma quando il lavoro è diventato la mia priorità, mi sono lasciata andare completamente e ho preso più di 13 chili, anche se non lo avevo mai davvero realizzato fino a quella vacanza.

Poco dopo essere tornata a casa, ho avuto l’opportunità di partecipare al gruppo sperimentale per la nuovissima app Freeletics Running. Era l’occasione perfetta: stavo iniziando a trovare un equilibrio tra lavoro e vita privata, quindi avrei potuto trovare il tempo per allenarmi e cucinare pasti sani. C’è anche da dire che fino a quel momento la corsa non era mai stato il mio sport preferito, ma sapevo che dopo anni di allenamenti di forza e crossfit dovevo accogliere una nuova sfida se volevo davvero cambiare. E così ho iniziato a correre.

Sono riuscita a completare il test sulla forma fisica, ma è stato il primo workout che mi ha spinta del tutto oltre i miei limiti. Non potevo credere di essere così poco in forma dopo solo un anno. Ho pensato subito di mollare, ma la mia determinazione era più forte di qualsiasi dolore. Quindi sono andata avanti. Mi sono allenata da sola e con un piccolo gruppo di atleti, e ogni singola sessione è stata una sfida. Alcuni giorni non vedevo l’ora di allenarmi, altri ero terrorizzata al solo pensiero e facevo di tutto per rimandare. Ma sapevo che una volta che mi fossi infilata le scarpe da ginnastica e avessi superato i primi cinque minuti, sarebbe stata meno dura del previsto.

Trovare la motivazione per iniziare è stata la parte più difficile, e lo è tuttora. Ma penso sempre alla sensazione che provo al termine dell’allenamento: è meravigliosa! Mi sento orgogliosa, felice, sollevata e so di aver fatto un passo in più verso il mio obiettivo. È questo che mi ha fatto andare avanti giorno dopo giorno. Naturalmente ci sono stati dei momenti in cui ho perso la motivazione; dopo le prime cinque settimane mi sono sentita frustrata perché i cambiamenti fisici non erano evidenti, ma ho continuato a dire a me stessa che dovevo essere paziente e sono andata avanti.

Poi all’improvviso ho notato un’enorme differenza: i vestiti mi andavano grandi, le mie prestazioni miglioravano e raggiungevo delle distanze che all’inizio mi sembravano impossibili. È a questo punto che Freeletics Running è iniziato davvero a piacermi. L’allenamento ad intervalli non era più una tortura, ho iniziato a sentirmi benissimo con me stessa e sicura del mio aspetto fisico, e lo hanno notato anche gli altri. Non potevo più tornare indietro: volevo godermi ogni secondo.

Ho corso indipendentemente dalle condizioni climatiche perché mollare non era un’opzione e dalla settimana 8 i cambiamenti sono stati incredibili. Quella è stata la motivazione più grande in assoluto! Credetemi quando vi dico che lavorando duramente i risultati si vedono! Dopo tre mesi di Freeletics Running posso dire con certezza che funziona! No, non è facile, ma nella vita nulla ti verrà regalato. Sì, ti spinge oltre i tuoi limiti, ma ho capito che niente che valga la pena avere si ottiene senza fatica. Ho perso nove chili e due taglie e il mio corpo sano e in forma è un riflesso della mia qualità di vita, che ho riottenuto con fatica e sudore.

Questi tre mesi non solo hanno cambiato il mio corpo, ma mi hanno ridato la forza mentale della quale avevo bisogno per lottare e raggiungere i miei obiettivi. Non avrei mai pensato che una cosa del genere potesse succedere grazie alla corsa, ma mi sbagliavo. Ora non voglio più smettere.

Spero davvero che ognuno si conceda l’opportunità di raggiungere quello che ho raggiunto io. Sì, sarà dura, ma i risultati saranno la prova che ne è valsa la pena, ogni singola volta.

Ora tocca a te. Mettiti le scarpe da corsa e inizia!