Cosa fare e cosa no: 6 alternative allo zucchero

dates header

Hai deciso di provare a rinunciare definitivamente allo zucchero? Ti sei convinto che fa male e ora stai cercando un’alternativa più salutare, come lo sciroppo di agave o i dolcificanti artificiali?

Frena un attimo! Prima di decidere per quale dolcificante optare, cerchiamo di capire se le alternative più comuni sono davvero salutari. Continua a leggere per saperne di più.

Fruttosio

Il fruttosio viene spesso visto come “il bravo ragazzo” della situazione perché è contenuto nella frutta. Ma se il fruttosio della frutta non deve assolutamente preoccuparti (vedi sotto), quello ottenuto artificialmente può essere dannoso per la salute. La versione sintetica del fruttosio si trova nei cibi industriali e come suggerisce il nome è contenuta in grandi quantità nello sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFCS). Questo sciroppo viene addizionato a una grande varietà di cibi, come ad esempio ai cereali per la colazione, alle bevande zuccherate e ai biscotti. Alcuni studi hanno dimostrato che il fruttosio si trasforma in grasso ancora più velocemente del glucosio. Inoltre, il fruttosio, rispetto al glucosio, dà un senso di sazietà minore. Ecco perché tra tutti i dolcificanti è quello che fa ingrassare di più.

Frutta

E’ vero che la frutta contiene zucchero ma è anche ricca di fibre, vitamine, minerali, oligoelementi e antiossidanti che sono essenziali per la salute. Inoltre, la frutta ha una bassa densità di energia, il ché significa che ha un numero di calorie relativamente basso per volume di prodotto. Questo fa sì che normalmente non venga voglia di eccedere con la frutta. Le albicocche ad esempio hanno solo 0,8 gr di zuccheri per 100 gr di prodotto. E le banane 3,6 gr di zuccheri per 100 gr.

Cosa significa? Semplicemente che la frutta è fantastica. E’ deliziosa ed è fondamentale per la salute del corpo. Punto e basta.

Sciroppo di agave

Sicuramente avrai già sentito parlare di questo sostituto dello zucchero. Lo sciroppo di agave è visto come l’alternativa più sana grazie al suo basso indice glicemico, ecco perché viene usato per dolcificare la maggior parte dei prodotti senza zucchero. Ma attenzione perché di fatto non è così salutare come sembra. Lo sciroppo di agave ha un basso indice glicemico perché è quasi interamente composto da fruttosio e, ormai, hai già imparato che il fruttosio può essere dannoso per la salute. Lo sciroppo di agave ha addirittura il contenuto di fruttosio più alto di qualsiasi altro dolcificante in commercio. Quindi meglio evitare i prodotti troppo lavorati.

Sciroppo d’acero

Lo sciroppo d’acero è un’alternativa migliore rispetto allo sciroppo di agave perché subisce una lavorazione industriale minore e ha un contenuto di fruttosio più basso. Oltretutto è ricco di nutrienti, come manganese, riboflavina e zinco.

Dolcificanti artificiali

I dolcificanti artificiali come l’aspartame, la saccarina, l’acesulfame e il sucralosio sono additivi alimentari prodotti artificialmente. Il loro gusto è dolce ma non contengono calorie. Troppo bello per essere vero? Esattamente. Alcuni studi hanno dimostrato che i dolcificanti artificiali possono anche causare l’aumento di peso. Inoltre un consumo regolare, ad esempio attraverso la cola senza zucchero, fa aumentare il rischio di prendere peso e sviluppare il diabete di tipo 2. Ma ciò che conta di più in questo contesto è che il cervello risponde in modo automatico al dolce trasmettendo al corpo il segnale di mangiare ancora. Consumare dolci senza calorie, stimola il desiderio di ingerire altri dolci e bevande zuccherate, provocando un conseguente consumo eccessivo di calorie. Altri studi hanno dimostrato anche che i dolcificanti artificiali possono modificare i batteri presenti nell’intestino, cosa che può anche portare all’obesità.

Miele

Il miele è uno dei prodotti alimentari più antichi e diffusi del mondo. Contiene fruttosio e glucosio, acqua, minerali, vitamine, antiossidanti, polline, enzimi e un po’ di proteine.

Ti è mai capitato che qualcuno ti preparasse una bella tazza di tè caldo con il miele quando stavi male? Questo perché è stato scientificamente provato che gli enzimi contenuti nel miele hanno delle proprietà curative. Inoltre, gli studiosi hanno riscontrato anche proprietà antimicotiche e antibatteriche. Per tutti questi motivi è un’ottima alternativa allo zucchero. Ciò nonostante il miele ha quasi lo stesso contenuto calorico dello zucchero, quindi dev’essere consumato con moderazione.