Ottieni il tuo Coach

Che cos’è la tenacia?

Header2 Raphael Wacker Summer 26

Spesso siamo portati a pensare che la “tenacia” si misuri in base alla forza, alla velocità e alla resistenza e che sia una qualità propria solo di chi corre una maratona, fa pesi o riesce a completare Aphrodite più veloce di tutti gli altri. Certo, le prestazioni sportive possono considerarsi come un valido indicatore della tenacia individuale, ma permettono di approfondire il concetto solo marginalmente.

Come avrai capito, è davvero difficile dare una definizione di “tenacia”. Il dizionario afferma che “tenace” è la “persona dotata di una forza tale da riuscire ad affrontare situazioni avverse che richiedono grande forza fisica, spirituale, intellettuale”. È sinonimo di “forte”, “resiliente”, “resistente”. A noi questa spiegazione non basta, ecco perché abbiamo deciso di darne una tutta nostra.

La tenacia è strettamente legata alla costanza

Niente ha un impatto così grande come qualcosa che viene fatto in maniera costante. La costanza ha un potere ancora più grande della forza e della velocità ed è fondamentale per raggiungere risultati addirittura migliori di quelli che si ottengono grazie a resistenza e talento.

La costanza è una qualità che hanno in pochi. Per la maggior parte delle persone, la mancanza di progressi, la paura di non farcela o la presunzione e l’illusione di essere già arrivati al traguardo rappresentano un ostacolo che impedisce loro di trovare la forza di misurarsi con sfide sempre nuove. La capacità di mettere a tacere dubbi e pensieri e continuare dritti per la propria strada nonostante tutto, è fondamentale. E si può riassumere in una sola parola: costanza. Ecco questa per noi è la vera definizione di “tenacia”.

La tenacia, quando c’è, si dimostra ogni giorno

Per potersi definire “tenaci”, raggiungere un solo obiettivo non basta. La tenacia è qualcosa che si dimostra continuamente nella vita di tutti i giorni dando sempre il massimo per raggiungere i propri obiettivi. È la caratteristica di quelli che arrivati a un traguardo, pensano già a una strategia per raggiungerne un altro.

Vuol dire fare la scelta giusta quando ci si confronta con i problemi che pone la quotidianità, anche quelli che sembrano più insignificanti. Mi alzo o rimango a letto? Acqua o bibita? Vado a correre o esco a cena? Scale o ascensore? Guardo un film o vado a dormire? Insomma tutte quelle decisioni a cui la maggior parte delle persone non dà troppo peso, e che invece con il tempo fanno la differenza.

Essere tenaci significa saper ammettere le proprie debolezze

Uno degli errori più grandi è pensare che la tenacia non abbia nulla a che fare con la debolezza. Non è affatto così. È esattamente il contrario. Abbiamo già detto che la tenacia è strettamente legata alla costanza. E la costanza dipende a sua volta dalla sostenibilità: ossia dalla capacità di spingere il proprio corpo fino al limite delle sue capacità, sapendo riconoscere quando è il caso di fermarsi.

Significa vivere un momento di debolezza nella vita di tutti i giorni e non lasciarsi abbattere. Ieri hai ceduto e ti sei abbuffato di cibo spazzatura, oppure hai fatto una sessione di allenamento troppo leggera o hai mancato il PB che ti aspettavi di conquistare? Se hai forza mentale a sufficienza per perdonarti un piccolo incidente di percorso come questo, consapevole del fatto che il giorno seguente tornerai in pista come al solito, allora significa che sei forte!

Debolezza non è sinonimo di sconfitta. Ad esempio, ci si sente deboli dopo che si è dato il massimo e poco prima di fare ancora meglio. Vuoi essere tenace? Allora a volte devi anche essere debole.

La tenacia è una condizione mentale

E per finire è importante capire che la tenacia non si dimostra in palestra o sul campo di allenamento. Non si misura con il risultato di una gara, una competizione o una corsa. La tenacia sta tutta nella mente. Solo tu puoi scegliere se essere potente o no. E nessuno può mettere in dubbio che tu lo sia, perché solo tu conosci la verità. E questa è la sola cosa che conta.

A differenza del tempo, del peso o della distanza, la tenacia non può essere misurata o manipolata a proprio piacimento. È forza, è un’emozione, una sensazione, qualcosa di mistico. Qualcosa che si conquista solo lavorando sodo con perseveranza, concentrazione e determinazione ogni singolo giorno. È la voglia di non mollare mai, di accettare i momenti difficili, di avere pazienza e di tanto in tanto di ammettere le proprie debolezze. Perché ormai sai benissimo che questo non significa arrendersi. Anzi, vuol dire prepararsi per dare ancora di più.

Questa è la tenacia.